Archivio

Archivio Aprile 2007

Buona Pasqua

4 Aprile 2007 49 commenti


Cambiano i tempi che passano: l’anno scorso mi chiedevo se non fosse possibile una diversa lettura quaresimale della passione di Cristo, una passione che mettesse fine a questo sacrificio perenne di conversione e di redenzione attraverso l’uccisione del nostro Signore. No, non bastano le poche gocce della circoncisione per salvare l’atroce ferocia della nostra umanità: il sangue di Cristo deve essere versato per intero e, perdonaci Padre, perdonaci nostro divino fratello, sembra addirittura non essere sufficiente: proseguono ovunque violenze e guerre che bramano altro sangue, anche il nostro, quello meno nobile. Mi piace, allora, inviare a tutti i fraterni amici di questo blog e agli eventuali viandanti occasionali, appena conclusa positivamente la fase diocesana della causa di beatificazione, gli auguri di questa Pasqua con le parole che il nostro amato Giovanni Paolo ci rivolse nell’imminenza dell’ultima Pasqua trascorsa insieme a noi, quella del 2005, pochi giorni prima del suo passaggio di vita in vita. Anche noi oggi, Pasqua di Risurrezione, con tutti i cristiani del mondo ripetiamo: Gesù, crocifisso e risorto, rimani con noi! Resta con noi, amico fedele e sicuro sostegno dell’umanità in cammino sulle strade del tempo! Insegnaci, Signore, parole e gesti di pace. Pace per la terra consacrata dal tuo sangue e intrisa del sangue di tante vittime innocenti; pace per i Paesi del Medio Oriente e dell’Africa, dove pure tanto sangue continua ad essere versato; pace per tutta l’umanità, sulla quale sempre incombe il pericolo di guerre fratricide. Da’ anche a noi la forza di una solidarietà generosa verso le moltitudini che, ancor oggi, soffrono e muoiono di miseria e di fame, decimate da epidemie letali o prostrate da immani catastrofi naturali. Per la forza della tua Risurrezione siano anch’esse rese partecipi di una vita nuova. Abbiamo bisogno di Te, Signore risorto! Rimani con noi ora e fino alla fine dei tempi. Fa’ che il progresso materiale dei popoli non offuschi mai i valori spirituali che sono l’anima della loro civiltà. Per l’invocazione dei tuoi discepoli di Emmaus, resta con noi, Signore, si fa sera… il buio e la notte scendono nei nostri cuori seminando malinconia, tristezza, paura… la tua luce, Gesù ci guidi, ci accompagni, illumini di nuovo la strada che conduce alla porta stretta della casa del tuo e nostro Padre. Buona Pasqua di pace e di fratellanza a tutti …ut unum sint. Giorgio.

Categorie:Argomenti vari Tag: ,